Chi siamo | Contatti | Link utili | Multimedia | Informazioni 
 Home >> 
Esami di maturità: l'importanza della tesina
Ultimo aggiornamento 03/06/2010 23:54:02
Per la maggior parte degli studenti l'arrivo dell'estate coincide con la fine dell'anno scolastico. Non tutti, però, possono godere da subito delle tanto agognate vacanze. In questi giorni migliaia di maturandi sono alle prese col fatidico esame conclusivo. Una tappa cruciale per la vita di un giovane, sia in vista del successivo approdo in una delle facoltà universitarie, sia in caso di affaccio diretto nel sempre più difficile mondo del lavoro.

Superati gli scogli delle tre prove scritte, ossia il tradizionale tema di italiano, la seconda materia d'indirizzo e il temutissimo test a risposte multiple, l'attenzione dei candidati alla maturità si sposta tutta sul colloquio finale incentrato sulle materie dell'ultimo anno. In tale ottica, uno degli strumenti più apprezzati e, al contempo, utili per condurre un orale convincente è senza dubbio la cosiddetta tesina interdisciplinare. La tesina è un elaborato volto ad approfondire una tematica specifica, in grado di interessare e collegare più materie. A detta di molti costituisce una sorta di biglietto da visita con cui uno studente si presenta dinanzi alla commissione. Essa, infatti, può fornire indicazioni utili in sede di giudizio, in particolare per quanto attiene alle capacità di analisi, rielaborazione e sintesi, senza trascurare aspetti altrettanto significativi quali la creatività e lo spirito critico. La realizzazione della tesina prevede in primo luogo la definizione di una mappa concettuale, una sorta di scaletta che raccoglie gli argomenti oggetto della discussione. La mappa andrebbe messa per iscritto e consegnata ai membri della commissione con qualche giorno di anticipo. In secondo luogo si passa alla stesura del testo vero e proprio. In tale fase è raccomandabile selezionare un unico argomento specifico, da sviscerare nei dettagli secondo un'ottica multidisciplinare. Di contro sono da evitare le tematiche oltremodo generiche, al pari dei collegamenti tra materie del tutto privi di oggettività ed eccessivamente forzati. Come tutte le produzioni scritte che si rispettino è d'uopo la cura delle forme oltre che dei contenuti. Importante, perciò, stilare un indice iniziale, ma soprattutto una bibliografia finale, dalla quale risulti in modo chiaro l'effettivo gradi di approfondimento e la strutturazione del materiale impiegato per le ricerche. Da non sottovalutare anche l'uso di strumenti multimediali (audio, video, presentazioni animate, ecc.), a patto, però, che esso risulti obiettivamente funzionale al lavoro svolto e allo sviluppo dell'esposizione.



Valeria Palombo

Bookmark and Share



 

MULTIMEDIA
Rifugiati o clandestini?
Video
La Riserva Naturale di Tor Caldara
Fotogallery
Capitalismo e flussi migratori
Video
>> Vai all'archivio MULTIMEDIA


TESTI NORMATIVI
Costituzione della Repubblica Italiana
Codice Civile online
Testo Unico sulla sicurazza nel lavoro
Normativa sulla tutela dei consumatori
Testo Unico sull'immigrazione


Home  |  Chi siamo  |  Contatti  |  Link utili  |  Multimedia  |  Feed RSS

Mappa del sito  |  Informazioni
Ideazione e realizzazione grafica del sito GRAPHIX76