Chi siamo | Contatti | Link utili | Multimedia | Informazioni 
 Home >> Salute
Un disturbo comune: il mal di schiena
Ultimo aggiornamento 1° giugno 2009
Il mal di schiena è uno dei disturbi che colpisce con maggiore frequenza gli individui in età adulta. Solo in Italia si stima che ne soffrano almeno 15 milioni di persone. Tra i rimedi più efficaci per prevenire i dolori cervicali e lombari, gli esperti raccomandano di praticare regolarmente attività fisica.
Il mal di schiena è una forma di dolore che va ad inficiare la corretta funzionalità della cervice o del rachide lombare a livello muscolo-scheletrico. Può manifestarsi a seguito di un singolo episodio traumatico, una caduta, un incidente domestico o sul lavoro, ovvero si palesa senza traumi evidenti, a causa di un piccolo movimento maldestro o di un semplice colpo d'aria.

Nella maggioranza dei casi i dolori alla schiena sono la conseguenza di lesioni dei tessuti muscolari. A seconda della loro gravità si distinguono stiramenti, distrazioni e strappi. Gli stiramenti e le distrazioni avvengono in concomitanza a gesti scoordinati o forzati, interessando un numero limitato di fibre. Il loro trattamento prevede la somministrazione di farmaci antinfiammatori, quali naprossere e ibuprofene, e il riposo per 7-10 giorni. Gli strappi, invece, sono infortuni di entità superiore, causati da contusioni dirette e distorsioni. Spesso sono accompagnati da evidenti gonfiori della parte e persino da ematomi. La cura implica dapprima il ricorso alla crioterapia (applicazioni di ghiaccio) per ridurre il dolore del trauma, successivamente un periodo di riposo assoluto di 20-30 giorni e, se necessario, l'assunzione di antidolorifici.

Qualora si verifichi un blocco improvviso del busto con flessione in avanti, si è soliti parlare di "colpo della strega". Alla stessa stregua delle lesioni muscolari minori, il colpo della strega viene quasi sempre trattato con i comuni antinfiammatori, uniti al riposo per un periodo non inferiore ai 4-5 giorni. Nonostante la moderata entità del dolore fisico, guai a sottovalutare l'occasionalità dell'evento. Secondo molti specialisti, infatti, esso andrebbe visto come una sorta di spia circa lo stato di salute generale della colonna vertebrale.

Oltre ai traumi e alle lesioni muscolari, i dolori lombari possono derivare anche da problemi della struttura ossea, in particolare da alterazioni o microfratture dei dischi intervertebrali. In tali circostanze la gamma delle affezioni può oscillare dalle semplici alterazioni posturali, come un appoggio plantare non corretto, fino a patologie oltremodo delicate, quali l'artrosi, le protrusioni e le ernie discali.

Se la lombalgia comporta fastidi notevoli per chi ne soffre, non da meno i dolori cervicali possono alquanto invalidanti, in particolare per soggetti che svolgono attività con forti sollecitazioni per il collo e i muscoli flessori del capo. La cervicalgia può essere di tipo acuto o crescente. Nella prima ipotesi la persona ravvisa un dolore forte in una zona ristretta della nuca, tale da impedire la rotazione laterale del corpo. Si parla del cosiddetto torcicollo, sovente accompagnato da vertigini e senso di nausea.nel secondo caso, invece, si ha a che fare con un disturbo cronico, in grado di manifestarsi a intervalli di tempo più o meno regolari, intervallandosi anche ad episodi di dolore acuto.

Al di là delle classiche terapie farmacologiche, per le quali è sempre opportuno rivolgersi agli specialisti ed eventualmente sottoporsi a controlli clinici, per prevenire il mal di schiena tutti gli esperti consigliano di mantenere una buona forma fisica, praticando in modo regolare dell'attività ginnica. Quest'ultima, infatti, migliora le condizioni generali dei muscoli che regolano i movimenti della colonna vertebrale, rendendoli più elastici e resistenti ai traumi. Inoltre favorisce la produzione naturale di endorfine, agenti chimici endogeni con funzioni antidolorifiche, e aiuta a scaricare lo stress, causa di numerose patologie di origine psico-somatica
.


Dario Massara

Bookmark and Share



 

MULTIMEDIA
La sicurezza per il cittadino
Video
La Riserva Naturale di Tor Caldara
Fotogallery
Rifugiati o clandestini?
Video
>> Vai all'archivio MULTIMEDIA


TESTI NORMATIVI
Costituzione della Repubblica Italiana
Codice Civile online
Testo Unico sulla sicurazza nel lavoro
Normativa sulla tutela dei consumatori
Testo Unico sull'immigrazione


Home  |  Chi siamo  |  Contatti  |  Link utili  |  Multimedia  |  Feed RSS

Mappa del sito  |  Informazioni
Ideazione e realizzazione grafica del sito GRAPHIX76